INSALATA: 4 ERRORI CHE TI FANNO INGRASSARE INSALATA: 4 ERRORI CHE TI FANNO INGRASSARE

gli errori culinari

I quattro errori che fai con l'insalata che ti fanno ingrassare

Anche se la maggioranza degli italiani considerano questo piatto una ricetta salutare, la verità è che è davvero facile finire per rovinarlo includendo alcuni ingredienti poco benefici per la salute.
 

 

Un piatto sano (a priori)

Quando si pensa al piatto salutare per eccellenza, nella nostra testa appare sempre un'insalata. Le insalate verdi, con lattuga, rucola, cipolla, pomodoro, funghi, broccoli, spinaci, uovo sodo e / o noci, sono il culmine dell'universo sano. Il boom della sana alimentazione ha fatto fiorire franchise interamente dedicate a questo indescrivibile universo gastronomico, così come nei supermercati ci sono anche scaffali pieni di insalate di ogni tipo confezionate da tempo.

Ma un'insalata, per il solo fatto di essere chiamata così, non diventa una ricetta consigliata per il nostro corpo. Infatti nei grandi stabilimenti e ristoranti è davvero facile acquistare / ordinare uno di questi piatti e finire per consumare una ricetta il cui risultato finale può essere dannoso per la nostra salute e anche. Quali sono gli errori più comuni?

 

Le salse
 

Arrivi in ​​uno di questi magnifici ristoranti diventati così di moda per gli amanti delle insalate e inizi a disegnare la tua insalata davanti al bancone oppure la scegli tra un menu con dieci tipi di insalate diverse. Per prima cosa, alcuni spinaci alla base; poi un po 'di rucola; poi tonno, uovo, formaggio e qualche pomodoro. "Vuoi della salsa? Abbiamo senape al miele, salsa Caesar ...", chiede il cameriere prima di finire il lavoro. "Certo," rispondi mentre ti sogni il gusto della salsa Caesar cadere nella terrina che divorerai con gusto in pochi minuti.

La salsa che accompagna le insalate è l'ingrediente che solitamente rovina queste preparazioni culinarie. Lo ha avvertito qualche mese fa l'Organizzazione dei consumatori e degli consumatori quando ha analizzato 22 diversi marchi che possiamo trovare nei supermercati. Se andiamo all'etichetta di una di queste preparazioni industriali che incorporano salsa di senape, possiamo vedere che la senape brilla proprio per la sua assenza. Invece, includono ingredienti sgradevoli come zucchero, oli vegetali, amidi modificati e alcuni estratti di polvere di aglio e cipolla.

Quindi, qualsiasi salsa ultra lavorata in un piatto sano aumentererà solo il suo contenuto calorico.

 

Prosciutto, pancetta e pollo
 

Con l'intento di elevare il sapore e le proprietà organolettiche delle insalate, oltre alle solite verdure, è comune per molte varietà includere le carni lavorate. È il caso delle insalate a cui si aggiungono quantità non trascurabili di prosciutto cotto o, peggio ancora, di pancetta. Entrambi gli ingredienti - il primo molto meno calorico del secondo - sono ingredienti che l'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di evitare.

Sia il prosciutto cotto - il cui nome non è coperto dalla legge - che il bacon sono carni che l'OMS ha classificato come cancerogene. Quanto? Secondo il famoso rapporto pubblicato dall'istituzione nel 2015, 50 grammi di carne lavorata consumati quotidianamente aumentano del 18% il rischio di cancro del colon-retto. Non c'è niente. Allo stesso modo, il pollo in pastella che le insalate Caesar incorporano non fa alcun favore al nostro corpo a causa della farina raffinata con cui è fatto e del processo di frittura a cui è sottoposto, meglio ai ferri.

 

Crostini
 

I crostini sono un altro classico. Per qualche strana ragione, gli esseri umani non si accontentano del gusto di un'insalata che comprende-oltre alle verdure- pancetta, prosciutto cotto, uova, tonno e salse o condimenti, ma vogliamo anche sentire che ogni boccone è croccante grazie al pane tostato che aggiungiamo alla nostra "preparazione verde". Tuttavia, includere il pane bianco, per quanto croccante possa essere, è un altro modo comune per modificare questo piatto.

La stragrande maggioranza dei crostini nelle insalate sono fatti con farina di grano raffinato, e questo è un problema. Come diversi studi hanno dimostrato in questo periodo, il pane bianco è un alimento il cui consumo favorisce il sovrappeso e l'obesità. Il motivo è che è composto principalmente da amido, un polisaccaride che il nostro corpo trasforma rapidamente in zucchero.

Quindi, l'ideale sarebbe prendere crostini di grano intero. Tuttavia, trovarli nei supermercati o nei ristoranti è una missione quasi impossibile.

 

Pasta e riso bianco


Come per il pane, la pasta bianca e il riso bianco che molte insalate di solito incorporano come guarnizione possono anche finire per fare il loro dovere. Non sono fatti con il grano intero, hanno un alto indice glicemico e una bassa quantità di fibre e sostanze nutritive. Quindi, è consigliabile puntare sempre sulle varietà integrali, sia pasta che riso, poiché sono le più sane e incorporano fibre.

 

 

 

 

 

 


Tramite il nostro Cookie Center, l'utente ha la possibilità di selezionare/deselezionare le singole categorie di cookie che sono utilizzate sui siti web. Per ottenere maggiori informazioni sui cookie utilizzati, è comunque possibile visitare la nostra Cookie Policy.