DPCM 24 OTTOBRE 2020 DPCM 24 OTTOBRE 2020

Nuove misure che preoccupano

Ecco il nuovo DPCM che mira a contenere i contagi del virus.

 

Il nuovo Dpcm, secondo i nostri dati, avrà un impatto fortemente negativo per tutte le aziende della fungicoltura che hanno come unico sbocco commerciale il canale dell’Horeca - ristoranti, bar, mense, pizzerie e hotel e agriturismi - e che pagheranno un conto salato per la contrazione delle forniture di cibo fresco a tutto il comparto dell’agroalimentare “fuori casa”, in un Paese in cui circa un terzo dei consumi viene realizzato lontano dalle mura domestiche.

 

ORE 18.00 COSA SI PUO FARE PRIMA E DOPO 
 
 
Il nuovo Dpcm fissa nuovi orari dei locali pubblici, raccomanda di limitare gli spostamenti e gli incontri conviviali. Ecco che cosa si potrà fare prima delle 18 e che cosa invece è vietato.
Coprifuoco nelle Regioni
Chi esce dopo le 18 deve rispettare l’orario di coprifuoco imposto nella propria regione di residenza per il ritorno a casa. Unica eccezione riguarda le «comprovate esigenze» - lavoro, salute, urgenza - che devono essere giustificate con l’autocertificazione.
In Lombardia, Campania, Sicilia il coprifuoco scatta alle 23
Nel Lazio e in Calabria il coprifuoco scatta alle 24
 
Prima delle 18
 
Si può andare a scuola, ma per i licei è stata fissata una didattica a distanza al 75%.
Si può andare al lavoro, ma è stato incentivato il ricorso allo smart working
Si può andare a fare jogging e attività motoria all’aperto e nei circoli sportivi
Si può andare al bar, al ristorante, in gelateria e in pasticceria (anche la domenica e nei giorni festivi) ma al tavolo si può stare massimo in quattro persone
Si può andare al supermercato e nei negozi alimentari
Si può andare in farmacia
Si può andare a fare shopping rispettando lo scaglionamento di ingresso nei negozi e all’interno le misure di distanziamento
Si può andare dal parrucchiere e nei centri estetici
Si può andare nei musei ma con ingressi contingentati
Si può andare a casa di amici anche se nel Dpcm «è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza»
Si possono prendere i mezzi pubblici - autobus e metropolitane - anche nel Dpcm «è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi»
Si può uscire dal proprio Comune
Si può uscire dalla propria Regione
 
Dopo le 18
 
Si può andare al lavoro, ma è stato incentivato il ricorso allo smart working
Si può andare a fare jogging e attività motoria all’aperto e nei circoli sportivi
Si può ordinare cibo a domicilio
Si può acquistare cibo da asporto fino alle 24 ma è vietato consumarlo sul posto e nelle adiacenze del locale
Si può andare al supermercato e nei negozi alimentari
Si può andare in farmacia
Si può andare a fare shopping rispettando lo scaglionamento di ingresso nei negozi e all’interno le misure di distanziamento
Si può andare dal parrucchiere e nei centri estetici
Si può andare nei musei ma con ingressi contingentati
Si può andare a casa di amici anche se nel Dpcm «è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza»
Si possono prendere i mezzi pubblici - autobus e metropolitane - anche nel Dpcm «è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi»
Si può uscire dal proprio Comune
Si può uscire dalla propria Regione

 

In allegato la documentazione relativa al provvedimento