COVID - ITALIA CAMBIA COLORE COVID - ITALIA CAMBIA COLORE

tornano le restrizioni serrate anti-Covid in quasi tutto il Paese

L'Italia cambia ancora una volta i colori delle sue regioni. Da domani, lunedì 8 marzo, entreranno in vigore le ordinanze del Ministro della Salute, Roberto Speranza, firmate venerdì sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia. Passano in zona arancione le Regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto. La Lombardia evita la zona rossa, confermando l'arancione scuro. La Campania finisce in zona rossa, così come la Romagna dopo l'ultima ordinanza del governatore Stefano Bonaccini. Ma la paura di un lockdown nazionale continua a afrsis entire.  L'Italia è nel pieno della terza ondata di  coronavirus e il picco non è ancora arrivato: l'ultimo monitoraggio dell'Istituto superiore della sanità certifica un indice Rt nazionale a 1,06 (per la prima volta sopra all'1 dopo 7 settimane). E' salita anche l'incidenza dei casi per 100mila abitanti. 

 

Intanto, ieri, è entrato in vigore il nuovo Dpcm, il primo che porta la firma di Mario Draghi, che detta le regole per il contenimento del coronavirus dal 6 marzo al 6 aprile. Il testo, firmato dal premier lo scorso 2 marzo, disciplina dunque anche le festività pasquali, salvo nuovi provvedimenti ad hoc che potrebbero arrivare qualora da qui ad aprile il Governo ritenesse necessarie ulteriori restrizioni. Il Dpcm Draghi ricalca nell'impianto generale quelli di Giuseppe Conte, improntanti al rigore. Restano dunque in vigore il sistema a fasce colorate, il coprifuoco e lo stop agli spostamenti tra regioni; inoltre, c'è un'ulteriore stretta sulla scuola. 

 

I colori dell'Italia regione per regione

 

 

Lombardia zona arancione rafforzato

Venerdì la Lombardia si è svegliata in zona arancione rafforzato. Dopo aver abbandonato la zona gialla la scorsa settimana per passare a misure più stringenti, c'è stato un nuovo passaggio a regole ancora più severe. Lo ha previsto un'Ordinanza del presidente della Regione Attilio Fontana, che durerà fino al 14 marzo. Questo colore è stato confermato anche dopo il monitarggio dell'Iss, nonostante ci fosse il timore di sprofondare in zona rossa. Ma il rischio non è totalmente escluso. Stando ai dati, la Lombardia "ha parametri da zona arancione", ma con la raccomandazione "di adottare il massimo livello di mitigazione", ha detto il presidente della Regione, Attilio Fontana, ribadendo l'iniziativa "già adottata con la decisione di rafforzare la zona arancione, inserendo oltre alla chiusura delle scuole anche altre restrizioni, come le visite a parenti amici e lo spostamento verso le seconde case e le situazioni che generano rischi di assembramento".

 

 

Piemonte zona arancione scuro e 23 Comuni in rosso

Il governatore Alberto Cirio ha firmato un'ordinanza che mette il Piemonte in arancione scuro e 23 comuni in rosso (Crescentino è l'ultimo che si aggiunge a 3 comuni in provincia di Torino (Cavour, Bricherasio e Scalenghe), 12 comuni della Valle Po in provincia di Cuneo (Barge, Bagnolo Piemonte, Crissolo, Envie, Paesana, Gambasca, Revello, Martiniana Po, Oncino, Ostana, Rifreddo, Sanfront) e 7 comuni della Val Vigezzo, nel Vco (Re, Craveggia, Villette, Toceno, Malesco, Santa Maria Maggiore e Druogno).

 

Veneto e Friuli passano in zona arancione

Il Veneto e il Friuli Venezia Giulia passano zona arancione. 

 

Provincia autonoma di Bolzano e Trento in zona arancione

Le province autonome di Bolzano e Trento sono in zona arancione.

 

Emilia Romagna diventa 'aranciorossa'

L'Emilia-Romagna diventa aranciorossa, cambiando ancora (in parte) la sua colorazione, dopo il monitoraggio dell'Iss e dopo l'ordinanza del governatore Stefano Bonaccini che ne è seguita, per una ulteriore stretta. Così ora, oltre alle province di Bologna e Modena, da lunedì 8 marzo anche tutta la Romagna va in zona rossa rossa. In arancione scuro soltanto Reggio Emilia, mentre in aracione restano le province di Piacenza, Parma e Ferrara. 

 

Marche in zona arancione, Pesaro e Urbino intravedono il rosso

Le Marche restano in zona arancione. Ma da ieri, le province di Ancona e Macerata sono entrate in zona rossa.  Ed ora, visto i nuemri in peggiormaenti, anche la provincia di Pesaro e Urbino rischia misure ancora più restrittive. 

 

Toscana in zona arancione con zone rosse locali

Toscana ancora per una settimana in zona arancione, ma con zone rosse la provincia di Pistoia e i comuni di Cecina (Livorno) e Castellina Marittima (Pisa). 

 

Liguria e Val d'Aosta restano gialle

La Liguria resta gialla, seconda nel Nord Italia insieme alla Valle D'Aosta a restare di questo colore.

 

Umbria, confermato l'arancione

L'Umbria è stata confermata in fascia 'arancione'. La Regione ha quindi emesso una nuova ordinanza, valida fino al 21 marzo, che si allinea al nuovo Dpcm e che conferma alcune delle misure già in essere.

 

Abruzzo in zona arancione con zone rosse locali

L'Abruzzo è arancione con zone rosse. Rossa la provincia di Pescara. In provincia dell'Aquila sono rossi Ateleta e anche i comuni di Cagnano Amiterno, Capitignano, Castelvecchio Subequo, Ovindoli, Pizzoli e Roccaraso. In provincia di Chieti rossi Bucchianico, Chieti, Francavilla, Lanciano, Miglianico, Ortona, San Giovanni Teatino, Torrevecchia Teatina e Ripa Teatina. Scuole materne e dell'infanzia e barbieri, parrucchieri e centri estetici continueranno ad essere aperti anche nelle zone cosiddette rosse locali istituite dalla Regione.

 

Lazio resta in giallo, ma Frosinone è rossa

Il Lazio è rimasto in zona gialla, ma la provincia di Frosinone entra in zona rossa. 

 

Campania finisce in zona rossa

La Campania finisce tutta in zona rossa per ordinanza regionale. Quindi parrucchieri e barbieri chiusi. Scuole chiuse (anche i nidi).

 

Basilicata e Molise ancora in zona rossa

Basilicata e Molise sono entrambe sono già in zona rossa.

 

Calabria e Puglia confermano la zona gialla

La Calabria è rimasta zona gialla ma il governatore Spirlì ha deciso di chiudere le scuole da domani, eccezion fatta per gli asili. Anche la Puglia conferma il giallo, anche se  Bari e Taranto rischiano l'arancione e su base locale.

 

La Sicilia resta gialla

La Sicilia resta in zona gialla, ma in attuazione del nuovo Dpcm scuole chiuse in 14 Comuni dell’Isola da lunedì 8 a sabato 13 marzo. E' stata disposta l’istituzione della zona rossa a Riesi, nel Nisseno, fino al 22 marzo. Attualmente sono già off limits San Cipirello e San Giuseppe Jato, nel Palermitano.

 

Sardegna, unica in zona bianca

La Sardegna è la sola regione in zona bianca. Sull'isola ci sono stati tre focolai che hanno richiesto la zona rossa a Bono, la Maddalena e San Tedoro.

 

Le zone in Italia

Riepilogando, ecco come sono divise le regioni.

 

 

ZONA ROSSA -  Campania, Basilicata e Molise. 

ZONA ARANCIONE -  Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Abruzzo, Emilia Romagna, Marche, Piemonte, Umbria, Toscana e le province autonome di Bolzano e Trento.

ZONA GIALLA - Liguria, Lazio, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d'Aosta.

ZONA BIANCA - Sardegna.

 

 

fonte: il giorno